Ricetta: Pasticcini al tartufo - Ricetta per Pasticcini - Istruzioni e Ingredienti per preparare Pasticcini al tartufo

 

Ricetta: Pasticcini al tartufo

Ricetta inserita da:

Fede (Staff)

il 15.04.2007
 
Caratteristiche
 
Categoria: Pasticcini
Tempo:
  • Preparazione: 1 Ora 40 Min
  • Cottura: 30 Min
  • Pronta In: 2 Ore 10 Min
Difficoltà: Media
Regione: Piemonte
Dose: 4 persone
Stagioni:
  • Autunno
  • Inverno
Altre Caratteristiche:
  • Vegetariane
 
Descrizione
 
I pasticcini al tartufo sono decisamente sublimi. Ideali per chi ama i dessert raffinati e dal gusto particolare.
 
Ingredienti
 
  • Farina, 100g
  • Uovo, 1 tuorlo
  • Burro morbido, 50g
  • Latte, 1 cucchiaio
  • Tartufo nero, 60g
  • Olio d'oliva, 15g
  • Aglio, 1 spicchio
  • Prezzemolo tritato, 1/2 cucchiaio
  • Parmigiano grattugiato, 5g
  • Limone, 1
  •  
    Preparazione
     
    1. Versate la farina in una ciotola, aggiungete il tuorlo d'uovo, 35g di burro, il latte, e un pizzico di sale. Mescolate fino ad ottenere una pasta omogenea. Lasciate riposare in un posto fresco per almeno un'ora.
    2. Tagliare il tartufo in finissime striscioline.
    3. Riscaldare il burro e l'olio in una padella e lasciate imbiondire l'aglio che verrą poi tolto.
    4. Cuocete le striscioline di tartufo nell'olio e burro, aggiungete il prezzemolo tritato, il parmigiano grattugiato e il succo di limone. Lasciate cuocere per 10 minuti, poi lasciate freddare il tartufo.
    5. Imburrate 4 terrine.
    6. Stendete la pasta e dividetela in 8 pezzi.
    7. Mettete uno strato di impasto in ogni terrina e riempitele con il pasticcio di tartufo, coprire ogni terrina con un disco di impasto e cuocete in forno caldo gią a 220° per 20 minuti.
    8. I pasticcini devono poi essere coperti con un po' di fonduta piemontese e leggermente gratinati.
     
    Presentazione
     
    Serviteli caldi con alcune striscioline di tartufo bianco.
    Ricetta letta 2.400 volte

     
    ChiCucina.it® è un Marchio Registrato - Tutti i diritti sono riservati © 2007 - 2019 - E' vietata la riproduzione, anche parziale.